Seveso. Partono i lavori a Senago.

Il fiume Seveso esonda da qualche decennio, negli ultimi 40 anni a Milano è esondato 107 volte.

Ci abbiamo lavorato molto negli ultimi cinque anni, dopo decenni di stallo e non risposte.

Ieri finalmente sono iniziati i lavori per realizzare la vasca di laminazione di Senago e contestualmente sono finiti i lavori di adeguamento del Canale Scolmatore di Nord Ovest, quello che devia l’acqua del Seveso da Paderno Dugnano fino al fiume Ticino; un canale che avrà una portato di 60 mc d’acqua al secondo, il doppio rispetto a quanto accadeva prima dei lavori.

Queste opere avrebbero evitato 9 esondazioni delle 17 accadute nel periodo 2010 – 2014.

Oggi siamo di fronte ad piano approvato, finanziato e in corso di attuazione: fatti concreti e quasi 180 milioni di € stanziati, di cui 56,5 già spesi. Soldi messi a disposizione per il 65% dal Governo Renzi, per il 19% dalla Regione Lombardia e per il 16% dal Comune di Milano. E nello stesso tempo è iniziato nel 2015 un programma di depurazione delle acque del Seveso e di gestione delle fognature per altri 90 milioni di €, ricavati dalla tariffa dell’acqua potabile.

Un lavoro portato avanti in particolare dall’Assessore Granelli con la sponda dell’ex Consiglio di Zona 9. Per me vedere finalmente queste opere partire è una grande emozione.

Di seguito trovate lo stato dell’arte di tutte le opere previste dal piano. A piccoli passi stiamo raggiungendo una grande risultato.

OPERE GIA’ COMPLETATE

  1. Adeguamento del Canale Scolmatore di Nord-Ovest, 23 milioni di €, finanziato dalla Regione Lombardia;
  2. Pulizia straordinaria e consolidamento del tratto interrato del Seveso tra via Ornato e via Melchiorre Gioia, 2 milioni di €, finanziato dal Comune di Milano;
  3. Contributi di solidarietà per 1.102 cittadini e enti per i danni subiti nel 2014 per le esondazioni, 1,5 milioni di €, finanziato dal Comune di Milano;
  4. Ridefinizione del sistema di Protezione civile e di allertamento con un nuovo sistema di rilevamento dei livelli del fiume, di previsione e controllo meteorologico, di attivazione degli interventi e comunicazione alla popolazione, realizzato da Regione Lombardia, AIPO, MM, Comune di Milano (sul tema ci sarà un ulteriore aggiornamento da ufficializzare con la cabina di regia dell’accordo di programma in novembre 2016);

OPERE CANTIERIZZATE

  1. Vasca di laminazione di Senago per le acque del fiume Seveso del tratto tra la sorgente e Paderno Dugnano, con capienza di 850mila mc, finanziata per 20 milioni dal Comune di Milano e per 10 milioni dalla Regione Lombardia. Aperto il cantiere il 28 ottobre 2016 che concluderà i lavori in circa 18 mesi;
  2. Sistemazione del Fiume Lambro a Milano tra viale Forlanini e via Camaldoli, finanziato dal Governo Renzi per 6,5 milioni di € e per altrettanti da SEA. Lavori in corso per concludersi entro il 2017;

OPERE FINANZIATE IN FASE DI PROGETTAZIONE

  1. Vasca di laminazione di Milano – Parco Nord per il tratto tra Paderno Dugnano e Milano, con capienza 270mila mc, finanziata dal Governo Renzi per 30 milioni: in fase di approvazione il progetto definitivo, dopo aver ricevuto a giugno 2016 il benestare positivo della Valutazione di Impatto Ambientale. Inizio lavori ipotizzato per giugno 2017, durata prevista 18 mesi;
  2. Vasca di laminazione di Lentate sul Seveso per il tratto tra la sorgente e Lentate sul Seveso, con capienza 800mila mc, finanziata dal Governo Renzi per 12,8 milioni. In fase di acquisizione della Valutazione di Impatto Ambientale;
  3. Vasca di laminazione di Paderno Dugnano – Varedo per il tratto tra la sorgente e Paderno Dugnano, con capienza 2-2,4milioni di mc, finanziata dal Governo Renzi per 52,7 milioni. In fase di progettazione e valutazione delle bonifiche necessarie;
  4. Aree golenali di Carimate, Vertemate, Cantù, finanziate dal Governo Renzi per 6,5 milioni di €. In fase di progettazione definitiva;
  5. Consolidamento del cavo Redefossi, che costituisce il tratto coperto del Seveso a Milano tra piazza Oberdan e corso Lodi, finanziato dal Governo Renzi per 7,2 milioni di € e dal Comune di Milano per 7,6 milioni di €. In fase di approvazione dei progetti esecutivi;